La razionalità e l’ambiguità tra arte e scienza nel Novecento transnazionale

Danila Bertasio

Abstract


Nello studio di alcuni contesti di produzione culturale, la sottovalutazione della significatività di elementi che, per loro natura, sfuggono ad una rigorosa formulazione quantitativa, statistica o addirittura matematica, può essere fonte di errore. Questo articolo intende sottolineare, aldilà del consueto riferimento alla dualità oggettivo/soggettivo, come il pensiero razionale, sebbene costituisca il fondamento comune, almeno nella cultura occidentale, sia della scienza sia dell'arte, lasci spazio a due forme di creatività decisamente diverse nei loro presupposti e, soprattutto, nei loro esiti. Pur essendo comune l'ambizione a produrre rappresentazioni del mondo condivisibili, la scienza punta alla convergenza dei giudizi di fatto attraverso teorie e sperimentazione laddove l'arte tende a generare divergenza e ambiguità

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


___________________________________________

Novecento transnazionale. Letterature, arti e culture / Transnational 20th Century. Literatures, Arts and Cultures
ISSN 2532-1994

Dipartimento di Studi greco latini, italiani, scenico musicali
Sapienza Università di Roma
Piazzale Aldo Moro 5
00185 Roma