Call for papers - Mediascapes Journal n°2

Call for papers - Mediascapes Journal n°2

(A cura di Giovanni Boccia Artieri e Mario Ricciardi)

Radiografie del quotidiano: mediologia e vita quotidiana a confronto.
Il contributo più rilevante dei cultural studies (a partire Raymond Williams in avanti) è stato quello di osservare i processi di assimilazione ed addomesticamento dei media nei processi quotidiani e di puntare l’attenzione sulle forme di quotidianizzazione mediale dei vissuti sociali, tra rappresentazioni (dei media) e produzione di senso(soggettivo e collettivo). Hanno così gettato le basi per una ridefinizione dei concetti di audience e delle pratiche di rappresentazione sociale della vita quotidiana con i media e nei media.
Oggi ci troviamo di fronte ad una pervasività mediale nella vita quotidiana caratterizzata da uno stato di connessione costante e a forme di auto rappresentazione della quotidianità attraverso modalità espressive che collassano in Rete intrecciandosi con le forme di etero-rappresentazione costruite dai mainstream media. Così tra locative media e social network, social television e storify giornalistico, ecc. ci troviamo a dover mettere a tema le forme di continuità e discontinuità nella relazione fra media e vita quotidiana nella prospettiva mediologica dei nostri studi.

Questo secondo numero della rivista si propone di aggiornare il dibattito su vita quotidiana e media:  prendendo in considerazione continuità e discontinuità fra i frames dei mass media e quelli dei media digitali; elaborando il dibattito relativo al mutamento dei vissuti e delle relazioni sociali (pensiamo al più recente contributo critico di Sherry Turkle “Alone Together”); aprendosi al confronto transdisciplinare sulla natura ontologica dei media e la loro natura oggettuale.

Call for papers

Sono invitati contributi che presentino riflessioni originali fondate su risultati di ricerca che attualizzino il dibattito su media e vita quotidiana.

Gli Autori interessati a presentare un contributo sono invitati a inviare entro il 25 Aprile 2013 un abstract del paper di 3mila battute spazi inclusi (bibliografia esclusa). E’ possible inviare abstract anche in lingua inglese.

Nella selezione saranno privilegiate le proposte che non si esauriscano in una rassegna della riflessione teorica o delle ricerche empiriche sulle tematiche del call ma che propongano un avanzamento delle conoscenze ed elementi di innovazione nel dibattito scientifico attuale, in termini teorici, metodologici o di evidenze empiriche.


L’abstract deve presentare in modo chiaro:

  • gli obiettivi del paper,
  • i dibattiti e le teorie di riferimento,
  • la domanda di ricerca, la metodologia utilizzata e i principali risultati
  • raggiunti nella ricerca empirica e/o teorica,
  • una sintetica bibliografia di riferimento La bibliografia non rientra nel conteggio delle 3mila battute.

Gli abstracts dovranno essere sottoposti alla rivista tramite submission online.