Codice Etico

Mediascapes Journal è in linea con lo spirito e le linee guida sviluppati dal “Committee on Publication Ethics” (COPE) per lavorare con approccio etico alla pubblicazione della rivista. Tutto il comitato di redazione ha accolto le linee guida COPE al fine di adottare tutte le possibili misure contro le negligenze e assicurare buone pratiche dal punto di vista etico nel processo di pubblicazione. L’etica di pubblicazione e le buone pratiche sono perseguite dal team editoriale, dagli autori e dai peer-reviewers.

Obblighi del team editoriale

Il comitato editoriale di Mediascapes Journal ha la responsabilità di decidere quali articoli sottoposti all’attenzione della rivista possono essere pubblicati. Il comitato editoriale è supportato nelle sue decisioni dalle relazioni dei referee anonimi e può consultarsi con gli altri membri del team. Inoltre è supportato dalle linee editoriali e deve rimanere legato ai vincoli legali in vigore per quanto riguarda la calunnia, l’infrazione del copyright e il plagio. Il comitato editoriale adotta il protocollo di doppio referaggio anonimo per assicurarsi che il materiale inviato alla rivista rimanga strettamente confidenziale durante il processo di revisione. Il comitato editoriale si assicura che i manoscritti siano valutati esclusivamente per i loro contenuti intellettuali e non sulla base delle appartenenze sociali, dei generi, degli orientamenti sessuali, delle credenze religiose, delle origini etniche o delle convinzioni politiche degli autori. Il comitato editoriale si adopera per garantire che gli articoli siano pubblicati in modalità open access e disponibili gratuitamente per tutti i lettori interessati.

Obblighi degli autori

Agli autori è chiesto di garantire che il manoscritto inviato non sia stato pubblicato altrove, non sia sottoposto ad altre revisioni e sia stato inviato dopo la presa di conoscenza dell’istituzione di appartenenza.
Gli autori devono assicurarsi di aver scritto per intero il testo originale; se gli autori hanno utilizzato il lavoro o le parole di altri, questi devono essere appropriatamente citati. L’adeguato riconoscimento del lavoro altrui deve essere sempre assicurato. Gli autori devono citare le pubblicazioni che hanno influenzato in maniera determinate il carattere del lavoro consegnato. Qualsiasi manoscritto che non rispetta i requisiti di originalità sarà immediatamente rifiutato.
L’autorialità deve essere limitata a coloro i quali abbiano fornito un contributo significativo alla concezione, alla progettazione, all’esecuzione o all’interpretazione dei dati di ricerca. Tutti coloro i quali abbiano contribuito significativamente dovrebbero essere inseriti come co-autori. L’autore principale (che si relaziona con la redazione) deve assicurarsi che tutti i co-autori siano inclusi appropriatamente, che tutti i coautori abbiano visionato e approvato la versione finale del manoscritto e che siano d’accordo con la pubblicazione. Quando gli autori scoprono un errore o una inesattezza fondamentale nella pubblicazione, a seconda della necessità, collaboreranno con il team editoriale per ritrattare o correggere il manoscritto.
Agli autori sarà chiesto di aderire alle condizioni del Creative Commons Attribution 4.0 International Copyright se il loro lavoro venisse pubblicato nella rivista.

Obblighi dei revisori

Ogni manoscritto ricevuto per la revisione deve essere trattato con riservatezza. I manoscritti non devono essere mostrati ad altri o discussi con altri se non con le persone autorizzate dall’editore.
Qualsiasi referee selezionato che ritenga di non essere qualificato per revisionare la ricerca riportata nel manoscritto o ritenga di essere impossibilitato a revisionare nei tempi previsti, dovrebbe informare il team editoriale ritirandosi del processo di revisione. La revisione dovrà essere condotta in modo oggettivo. Critiche personali all’autore sono ritenute inappropriate. I revisori devono esprimere la loro opinione attraverso argomentazioni documentate.
I revisori sono tenuti a individuare lavori rilevanti riportati nel manoscritto e non citati dall’autore. Qualsiasi affermazione relativa a un’osservazione, una derivazione o un’argomentazione già pubblicata deve essere adeguatamente citata. Un revisore deve anche portare all’attenzione del team editoriale qualsiasi somiglianza o sovrapposizione tra il manoscritto sotto revisione e altri lavori pubblicati.
Le informazioni privilegiate ottenute attraverso il processo di revisione devono rimanere riservate e non possono essere utilizzate per vantaggi personali. I revisori non dovrebbero considerare i manoscritti verso cui potrebbero esistere confitti di interesse originati da relazioni competitive o collaborative, oppure da connessioni con gli autori, le aziende o le istituzioni collegate al manoscritto.