Invio di proposte

Invia una proposta

Hai già le credenziali di accesso per Rivista di studi politici internazionali?
Vai al Login

Hai bisogno delle credenziali di accesso?
Vai alla Registrazione

È necessario essere registrati e autenticati per inviare proposte di contributi e controllare lo stato di quelle già inviate.

 

Linee guida per gli autori

(AVVERTENZE PER GLI AUTORI) - (note for contributors)

La Rivista di studi politici internazionali è un forum aperto a ricerche ed interpretazioni concernenti tutti gli aspetti della vita internazionale, con particolare riferimento al tempo e al mondo contemporaneo. Essa accoglie contributi di carattere storico, politico, giuridico, economico, sociale e culturale, apprezza particolarmente l’approccio comparativo e vuole essere così un luogo di confronto e di collaborazione fra specialisti delle diverse branche delle scienze sociali e umane che indagano sui cambiamenti nelle relazioni fra i popoli.

Condizioni per la pubblicazione degli articoli Articoli e saggi dei quali si chiede la pubblicazione devono essere inviati dattiloscritti e anche su floppy disk (3-5”, Word ) o per posta elettronica, salvando il testo in formato RTF, alla Direzione della RSPI, via Bruxelles, 20 – 00198 Roma ( Italia ), email mariagrazia.melchionni@uniroma1.it. L’invio di un testo implica che esso sia inedito e non in attesa di essere pubblicato altrove. Qualora venga accettato, l’Autore deve conferirne il copyright alla Proprietà della RSPI, che si riserva la facoltà di pubblicarlo anche nell’edizione elettronica in rete. La riproduzione degli abstracts, invece, è libera. L’Autore è responsabile della riproduzione del materiale del quale non detiene egli stesso il copyright ed è, quindi, tenuto ad ottenerne la preventiva autorizzazione ed a dare conoscenza di ciò appropriatamente.

Preparazione dei manoscritti Articoli e saggi, molto ben leggibili, con interlinea doppia e margini molto ampi, preferibilmente articolati in paragrafi, devono essere scritti in modo che questioni complesse risultino intelligibili e interessanti per lettori eruditi non specialisti dell’argomento trattato. Devono essere concisi e non eccedere le 15-20 cartelle ( ciascuna di 30 righe per 60 battute, pari a circa 30.000-40.000 caratteri spazi compresi ), incluse le note e la bibliografia. Possono essere redatti, oltre che in italiano, in inglese, francese e spagnolo. Prima di essere accettato, ogni contributo viene sottoposto al giudizio di due esperti esterni e la Redazione si riserva il diritto di eseguire piccoli interventi formali sul testo, anche per uniformarlo ai criteri editoriali della RSPI. I lavori devono essere accompagnati dall’indicazione del nome del o degli Autori e delle loro qualifiche e affiliazioni, da tre parole chiave che ne identifichino il contenuto e da due abstracts, uno in inglese e uno in francese, di circa 3.000 caratteri spazi compresi, comprendenti una descrizione condensata dell’ipotesi di lavoro, della metodologia, delle fonti principali e delle conclusioni raggiunte, e che verranno in ogni caso riveduti Tutto il materiale ricevuto non viene restituito. All’indirizzo del primo Autore, da lui comunicato in modo completo, vengono inviati dieci estratti. Criteri editoriali per le citazioni, le note e la bibliografia: Le citazioni vanno fra virgolette francesi ( ), le citazioni all’interno di citazioni fra virgolette inglesi ( ), le parole straniere in corsivo, le omissioni fra parentesi quadre.

Le note, numerate progressivamente in esponente, vanno a pié di pagina e devono essere limitate nel numero e nel contenuto a ciò che è essenziale per il dialogo scientifico. In particolare si raccomanda di evitare il sistema autore-data e di utilizzare le note per i riferimenti bibliografici necessari, in modo da evitare di dover corredare il testo di una bibliografia. Il criterio è il seguente:

  • Per la prima citazione, nome e cognome in maiuscoletto, titolo in corsivo, città, casa editrice, anno, pagine.
    Esempio: MARIO ROSSI, Il Male, in «Rivista di studi europei», anno, numero,, pp. 15-16.
  • Nel caso della curatela, utilizzare (a cura di) dopo il nome dell'Autore.
  • Per citazioni successive della stessa opera, utilizzare il cognome dell'Autore e op. cit., p. 35.
  • Nel caso in cui siano citate più opere di uno stesso Autore, nelle citazioni successive di ognuna ripetere il titolo in corsivo, seguito da cit. in tondo. Esempio: - ROSSI, Il Bene, cit., p.15.
  • Utilizzare idem nel caso in cui ci sia coincidenza con la nota precedente, ad eccezione della pagina.
    Esempi:
  • - 12 MARIO ROSSI, Il Male, Roma, Rizzoli, 1990, p.33.
  • - 13 Idem, p. 54.
  • Utilizzare 'ibidem' nel caso in cui vi sia totale identità tra due note contigue.
    Esempi:
  • - 12 MARIO ROSSI, Il Male, Roma, Rizzoli, 1990, p.33.
  • - 13 Ibidem.
  •  

    Maiuscole/minuscole La tendenza è a minuscolizzare. Nei nomi composti è preferibile la maiuscola solo per la prima parola. Esempi: Unione europea, Parlamento europeo, Consiglio universitario europeo, Onu, Ueo, Nato, Alleanza atlantica, Nazioni unite. Usare la maiuscola per Paese e Stato. Altri esempi: ministro degli Affari esteri, capo di Stato, presidente della Commissione europea.

     

    Uso del corsivo Mettere in corsivo: titoli di libri e di articoli, parole straniere. NOTE FOR CONTRIBUTORS The Rivista di Studi Politici Internazionali is a forum for new researches and interpretations concerning a broad range of topics related to all aspects of the international society in the contemporary world. It is open to all forms of inquiry – including cultural, economic, juridical, international, political and social history -, welcomes comparative approaches and sets up a working alliance among specialists in all branches of the social sciences and humanities.

    Submission and Review Process The Rivista di Studi Politici Internazionali (RSPI) is a peer reviewed academic journal, published in both hard copy and online versions with one year embargo. All manuscripts for both the hard copy and online versions must be submitted to Direzione della RSPI, via Bruxelles, 20 – 00198 Roma (Italia) or electronically to mariagrazia.melchionni@uniroma1.it . Please submit a typed copy of your work together with an electronic version on a 3.5 – inch diskette (Microsoft Word is the preferred software). Submission of a paper will be taken to imply that it is unpublished and is not being considered for publication elsewhere. Upon acceptance of a paper, the Author must assign copyright to the RSPI, that may reproduce the manuscripts also electronically on line. The reproduction of abstracts is free. Contributors are responsible for obtaining permission to reproduce any material in which they do not hold copyright, including appropriate acknowledgements.

    Manuscript’s preparation Essays should be written in such a way that complex issues are made intelligible and appealing to erudite readers who are not specialists in the subjects under investigation. Articles should be concise and normally be about 30,000 – 40,000 words long, including footnotes and bibliography. Contributions may be submitted in Italian, English, French and Spanish. Papers are reviewed at two levels, 1) by blind review of 2 outside peer readers, and 2) by the Editor of the Rivista in consultation with the Board of Editors. The Editor reserves the right to minor editorial corrections, particularly for ensuring the layout, typographical and stylistic conventions of the RSPI. The manuscripts should include the Author’s name, qualification and institutional affiliation; five key-words describing the issues involved in the article; two 3,000 words abstracts, one in English and one in French, describing the scope of the work, the research methods, the main sources, the reached conclusions. All material submitted cannot be returned. Ten abstracts will be sent to the first Author’s complete postal address .

    Quotations, footnotes and bibliography The quotations should be put between quotation marks «…»; quotations referred in quotations between inverted commas "…". To give prominence to something, use French quotation marks ‘…’ Foreign words should be in italics; omissions between square brackets. The number of notes should be kept to a minimum. They should be numbered consecutively throughout the article, using a raised numeral in the text, to correspond to a list of notes placed at the end of the page. The notes should include bibliographical references to books, articles and other manuscript’s sources. The criteria are the following: • For the first quotation, first name and family name in capitals, title [in italics], place of publication, publisher, year, number of pages. For example: MARIO ROSSI, Il Male, in «Rivista di studi europei», year, number, pp. 15-16. • In case of books edited by someone, please use (edited by). • For the following quotations of the same book or article, please use the Author’s family name, followed by op. cit., p.35. • When more books of the same Author are quoted, please repeat the title in italics in the following quotations, followed by cit. Example: ROSSI, Il Male, cit.,p.15 • Please use idem when there is coincidence with the preceding footnote, but the number of the page is different.

    Example: ¹² MARIO ROSSI, Il Male, Roma, Rizzoli, 1990, p.33 ¹³ Idem, p.54. • Please use ibidem when there is a total identity between two joining footnotes. Example: ¹² MARIO ROSSI, Il Male, Roma, Rizzoli, 1990, p.33. ¹³ Ibidem. Capitals/small letters The tendency is to write with small letters. In case of composed names it is better to use capitals only for the first word. Examples: European union, European parliament, European university council, Uno, Nato, United nations. Country and State should be written with capitals. Other examples: minister of Foreign affairs, president of the European commission. Use of italics Please, write in italics titles of books and articles, foreign words.

 

Lista di controllo per l'invio di una proposta

Gli autori devono controllare la rispondenza della loro proposta di contributo alle richieste seguenti, pena il rifiuto delle proposte che non aderiscano a queste linne guida.

  1. La submission non è stata precedentemente pubblicata, nè prima in un'altra rivista per considerazione (o una spiegazione è stata fornita nei commenti all'editor).
  2. Dove possibile, sono stati forniti le URL dei riferimenti
  3. Il testo aderisce alle richieste stilistiche e bibliografiche riassunte nelle linee guida dell'autore, che si trova nell'About the Journal.
  4. Se si sta facendo la submission a una sezione peer-reviewed della rivista, seguire le istruzioni su Come assicurare una revisione cieca.
 

Diritti degli autori

L’invio di un testo implica che esso sia inedito e non in attesa di essere pubblicato altrove. Qualora venga accettato, l’Autore deve conferirne il copyright alla Proprietà della RSPI, che si riserva la facoltà di pubblicarlo anche nell’edizione elettronica in rete. La riproduzione degli abstracts, invece, è libera.
L’Autore è responsabile della riproduzione del materiale del quale non detiene egli stesso il copyright ed è, quindi, tenuto ad ottenerne la preventiva autorizzazione ed a dare conoscenza di ciò appropriatamente.

 

Informazioni sulla privacy

I nomi e gli indirizzi email inseriti in questo sito della rivista sarà usato esclusivamente per gli scopi dichiarati di questa rivista e non sarà disponibile per ogni altro scopo o ogni altro partito.