Verso il parco urbano del Tevere

Paola Cannavò

Abstract


Il recupero del bacino fluviale del Tevere nel suo tratto urbano richiede l’aggregazione collaborativa di tutte le forze del territorio, siano esse imprese o “città collaborativa” composta da cittadini attivi, organizzazioni di volontariato e associazioni e imprenditori locali. Queste forze, aggregate, dovranno lavorare in sinergia con le amministrazioni pubbliche. Con questo obiettivo è stata costituita Agenda Tevere Onlusun acceleratore di cambiamento, collaborazione e assunzione di responsabilità condivisa.AT ha avviato azioni sul territorio per coinvolgere la comunità e le istituzioni nel processo di trasformazione delle sponde, e ha attivato il “Contratto di Fiume Tevere relativo all’asta fluviale da Castel Giubileo alla foce”che si avvarrà del contributo di uffici di scopo appositamente creati nelle strutture amministrative comunali e regionali.

Solo così la città di Roma potrà raggiungere l’obiettivo di avere di nuovo un fiume vivo e vivibile, un Parco Urbano del Tevere.


Parole chiave


città collaborativa; contratto di fiume; governance innovativa

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici


Affeltranger B., Lasserre F. (2003). « La gestion par bassin versant : du principe écologique à la contrainte politique – le cas du Mékong ».

Vertigo. La revue en sciences de l'environnement, Vol. 4, n. 3. Doi: 10.4000/vertigo.3715.

Carta M. (2016). «Progettare la città aumentata». Urbanistica, 156: 34-38.

Carter J., Howe J. (2006). «Stakeholder participation and the Water Framework Directive: the case of the Ribble Pilot». Local Environment, 11(2): 217-231. Doi: 10.1080/13549830600558564

Costanza R., d'Arge R., de Groot R., Farber S., Grasso M., Hannon B., Limburg K., Naeem S., O'Neill R.V., Paruelo J., Raskin R.G., Sutton P., van den Belt M. (1999). «The value of the world’s eco system services and natural capital». Nature, 387: 253-260. Doi: 10.1038/387253a0.

Eckerberg K., Joas M. (2004). «Multi-level Environmental Governance: a concept under stress? ». Local Environment, 9(5): 405-412. Doi: 10.1080/1354983042000255315.

Gusmaroli G., Bizzi S., Lafratta R. (2011). «L’approccio della riqualificazione fluviale in ambito urbano: esperienze e opportunità». Acqua e Città: IV Convegno Nazionale di Idraulica Urbana,Venezia, 21-24 giugno, Milano, Italia: Ed. CSDU.

Ingaramo R., Voghera A., a cura di, (2016). Topics and Methods for Urban and Landscape Design. From the river to the project, Springer International. Doi: 10.1007/978-3-319-51535-9.

Muradian R., Corbera E., Pascual U., Kosoy N., May P.H. (2010). «Reconciling theory and practice: An alternative conceptual framework for understanding payments for environmental services». Ecological Economics, 69(6): 1202–1208. Doi: 10.1016/j.ecolecon.2009.11.006

Perini K., Sabbion P. (2016). «Green-blue infrastructure in urban areas, the case of the Bronx River (NYC) and Paillon (Nice)». Techne 11: 97-103, Firenze University Press. Doi:10.13128/Techne-18407.

Perrone C. (2011). Per una pianificazione a misura di territorio. Regole insediative, beni comuni e pratiche interattive. Firenze University Press.

Viganò P. (2010). Territorio dell’urbanistica. Il progetto come produttore di conoscenza. Roma: Officina Edizioni.




DOI: https://doi.org/10.13133/2532-6562_2.4.14374

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2018 Paola Cannavò



TU Tracce Urbane - Rivista Italiana Transdisciplinare di Studi Urbani - Italian Journal of Urban Studies. Rivista telematica scientifica della Sapienza Università di Roma registrata presso il Tribunale civile di Roma n 77 del 2017. ISSN: 2532-6562