La città interdisciplinare. Per itinerari non tracciati tra saperi urbani

Francesca Cognetti, Ferdinando Fava

Abstract


La complessità con cui l’urbano si manifesta viene di frequente affrontata specialisticamente e per interdisciplinarietà si intende spesso la possibilità di far dialogare diversi specialismi. Quali sono le basi di questo possibile dialogo, come possa darsi integrazione, gli esiti auspicabili, sono ancora terreno aperto di discussione. Le pagine che seguono intendono riprendere il dibattito circa l’interdisciplinarità negli studi urbani, sollevando alcune piste di riflessione che intendono avvicinarla differentemente da come è oramai incastonata nel mainstreaming della ricerca urbana: da petizione di principio invocata coralmente, di cui si lodano le qualità quasi messianiche per la soluzione dei problemi urbani, a procedura di composizione di diverse metodologie, diversamente intesa e praticata, o frequentemente ostacolata, da silenti ostilità istituzionali, disciplinari, se non epistemologiche. Buzzword si direbbe, che costituitasi negli ultimi quarant’anni come campo di studi distinto per letteratura e dipartimenti (soprattutto nell’universo accademico anglosassone) – gli interdisciplinary studies – sembra destinata, forse, ironia della sorte, a indicare un’ulteriore disciplina non più allo stato nascente.

 


Parole chiave


città; interdisciplinarità; studi urbani

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici


Amin A. (2002). «Ethnicity and the multicultural city: living with diversity». Environment and Planning, A (34): 959-80.

Barberis E., Violante A. (2013a). «Rescaling, governance». In: Becattini G. (2015). La coscienza dei luoghi. Il territorio come soggetto corale. Roma: Donzelli Editore.

Bianchetti C. (2011). Il Novecento è davvero finito. Considerazioni sull’urbanistica. Roma: Donzelli Editore.

Fava F. (2017a). In campo aperto. L’antropologo nei campi del mondo. Milano: Meltemi.

Fava F., 2017b, «L’ospitalità e il fieldwork: epistemologia di una “relazione impermanente”». Antropologia, 4 (2): 165-185.

Gillican G. (2014). «Moral Injury and the Ethic of Care: Reframing the Conversation about Differences». Journal of Social Philosophy, 45 (1): 89-106.

Ingold T. (1993). «The Temporality of the Landscape». World Archaeology, 25 (2): 152-174.

Kondo M. (2012). «An ethic of love in planning». Planning, Planning Theory & Practice, 13 (4): 603-605.

Massey D.B. (2005). For Space. London: Sage.

Massey D.B. (2010). World City. Cambridge: Polity Press.

Nussbaum M. (1990). Love’s Knowledge: Essays on Philosophy and Literature. Oxford: Oxford University Press.

Nussbaum M. (2013). Political Emotions: Why Love Matters for Justice. Cambridge, MA: Belknap Press

Olmo C. (2018). Città e democrazia. Per una critica delle parole e delle cose. Roma: Donzelli.

Perrone C., Paba G., Perulli P. (2017). «Post-metropoli tra dotazioni e flussi, luoghi e corridoi, fixity and motion». In: Balducci A., Fedeli V., Curci F., a cura di, Ripensare la questione urbana. Regionalizzazione dell'urbano in Italia e scenari di innovazione. Milano: Guerini Associati.

Perulli P., Lieto L., Garavaglia L., Pennati D. (2017). «Corridors as Post-Metropolitan Connectors: The Italian Case». In: Balducci A., Fedeli V., Curci F., a cura di, Post-Metropolitan Territories: Looking for a New Urbanity. New York: Routledge.

Porter L., Sandercock L., Umemoto K., Bates L.K., Zapata M.A., Kondo M.C., Zitcer A., Lake R.W., Fonza A., Sletto B., Erfan A. & Sandercock L. (2012). «What's Love Got To Do With It? Illuminations on Loving Attachment». Planning, Planning Theory & Practice, 13 (4): 593-627.

Russi N. (2019). Background. Il progetto del vuoto. Macerata: Quodlibet Edizioni.

Scarpelli F., Romano A., a cura di, (2011). Voci della città. L’interpretazione dei territori urbani. Roma: Carocci Editore.

Sen A. (1982). «Description as Choice». In: Sen A., eds. Choice, Welfare and Measurement, Cambridge MA: Harvard University Press.

Sen A. (1990). «Justice: Means versus Freedom». Philosophy and Public Affairs, 19 (2): 111-12.

Valery P. (1975). Poétique et poésie, Collection Cahiers (n° 1). Paris: Gallimard.

Veltz P. (1997). Mondialisation, villes et territoires : une économie d'archipel. Paris: PUF.

Wright S. (2004). «Politically reflexive practitioners». In: Drackle D., Edgar I., eds., Current Policies and Practices in European Social Anthropology Education. EASA Learning Fields, Volume 2, Oxford: Berghahn.

Young I. M. (2000). Inclusion and Democracy. Oxford: Oxford University Press.




DOI: https://doi.org/10.13133/2532-6562_3.6.16392

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2019 Francesca Cognetti, Ferdinando Fava



TU Tracce Urbane - Rivista Italiana Transdisciplinare di Studi Urbani - Italian Journal of Urban Studies. Rivista telematica scientifica della Sapienza Università di Roma registrata presso il Tribunale civile di Roma n 77 del 2017. ISSN: 2532-6562