A scuola dai logici o a scuola dallo stregone? Proposta di un sistema di notazione logica e calcolo (NCL) delle relazioni di parentela

Alberto Maria Cirese

Abstract


L'a. presenta un sistema di notazione logica e calcolo delle relazioni
di parentela che chiama NLC e con il quale si propone di sfruttare i
vantaggi espressivi e calcolistici offerti dagli strumenti della moderna
teoria logica delle relazioni (Peirce, Russell ecc.): parr. 0.1., 0.6., 0.7.
A motivare la proposta, si constatano anzitutto i limiti espressivi,
calcolistici e documentari del sistema che l'a. chiama di notazione usuale
semplice (NU/S: parr. 0.2., 1.1., 1.8., 1.10., 2.1.). Usando poi gli strumenti
di cui ai parr. 1.2. - 1.9., si definiscono quattro relazioni ( *Genitore
- Pater vel Mater; *Tecnon - Filius vel Filia; *Sibling - Frater vel
Soror; *Coniuge - Maritus vel Uxor) che configurano un sistema di notazione
usuale ampliata NU/A (par. 2.2.) e che presentano già notevoli
vantaggi documentari, di calcolo ed euristici (par. 2.3.), poi tutti conservati
nel sistema NLC (par. 2.4.). Aggiungendo infine la regola man/
woman speaking (MWS) si ottiene un sistema NU/AMWS che raggiunge
la pienezza delle capacità espressive (parr. 3.1. - 3.2.).
Tuttavia neppure NU/AMWS consente l'identificazione agevole,
automatica e inequivoca della relazione reciproca o converso (par. 4.1.;
cfr. parr. 1.5., 1.7.), e ciò per il fatto che anche NU/AMV(/S resta ancora
legato, troppo legato al nostro linguaggio abituale (par. 4.2.) e cioè soffre
di « etnocentrismo tecnico ›› e di «_culturalismo ›› (par. 0.6.).
In alternativa si propone appunto il sistema NLC che assume come
base quattro relazioni: G (Ascendente diretto di primo grado, ossia Ge

nitore maschio o femmina di un maschio o di una femmina); T (Tecnon,
ossia Discendente di primo grado maschio o femmina di un Ascendente
maschio o femmina); S (Sibling); I( (Coniuge maschio o femmina):
par. 5 .3. Le qualificazioni sessuali di Ego e dell'Alter (e cioè a destra e
a sinistra di ogni relazione) vengono rappresentate mediante l'apposizione
di due dei seguenti tre indici numerici di sesso: 1 (maschio); 2
(femmina); O (maschio vel femmina): par. 5.4. Tale meccanismo permette
di rappresentare tutte le relazioni teoricamente possibili e insieme
consente di individuare automaticamente la relazione reciproca o
converso anche nei casi più complessi (parr. 0.4., 5.5 .); inoltre permette
ulteriori impieghi euristici e conoscitivi quali ad esempio una adeguata
identificazione delle relazioni con identità o opposizione di sesso (par.
5 .6.), la rappresentazione della diversità di età all'interno di una generazione
(par. 5.7.), la traducibilità univoca in grafici (par. 5.8.), anche in
rapporto a questioni proposte dall'analisi componenziale (par. 5.1.) ecc.
Oltre che in forma più analitica ai parr. 5.1. - 5.8., il sistema NLC
viene esposto in forma condensata, ma già sufficiente al suo impiego elementare,
anche nel par. 0.4.


Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.