L'indigenismo latino-americano e la politica indigenista brasiliana

Elizabeth Ruchti

Abstract


Questo articolo fornisce un contributo all'antropologia applicata esaminando lo sviluppo dell'“indigenismo” in America Latina a partire dagli anni '40. Nella prima parte dell'articolo vengono riassunti i risultati fondamentali del dibattito interamericano sull'“indigenismo”: i significati del termine “indio”, sia dal punto di vista teorico che da quello pratico (ad es. i censimenti); le due posizioni contrastanti, politica ed intellettuale, sull'“indigenismo” in relazione all'antropologia ed alle scienze sociali in generale; le varie conseguenze del movimento “indigenista” (nazionale e internazionale) e le loro caratteristiche politiche, economiche, legislative ed organizzative; ed infine gli scopi e le regole interne dell'azione indigenista organizzata.
La seconda parte dell'articolo delinea l'esperienza indigenista brasiliana dal 1910 (creazione dello SPI - Serviço de Proteção aos Indios) al 1968 (soppressione dello SPI e sulla sostituzione con il FUNAI - Fundação Nacional do Indio).
L'ultima parte dell'articolo introduce un'analisi comparativa delle molte varianti nazionali dell'“indigenismo” e mette in evidenza le variabili che condizionano e seguono queste politiche nazionali.

This paper provides a contribution to applied anthropology by surveying the development of the “indigenous question” in Latin America in the last half of the century. The following basic issues in the inter-american debate on the “indigenous question” are summarized in the first part of the paper: the meanings of the term “indio”, both in its theoretical and practical concerns (e.g. censuses); the contrasting political and intellectual positions on the “indigenous question”, as related to anthropology and social sciences in general; the various outcomes of the “indigenous question” movement (national versus inter- national) and their political, economic, legislative and organizational characters; and, lastly, the goals and internal rules of the indigenous organized action.
The second part of the paper outlines the Brazilian indigenous expe- rience from 1910 (establishment of SPI - Serviço de Proteção aos In- dios) to 1968 (suppression of SPI and take-over by FUNAI - Funda- ção Nacional do Indio).
The last part of the paper introduces a comparative analysis of the many national variants of the “indigenous question” and emphasizes the variables conditioning and following those national policies.


Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.